Lorem ipsum dolor sit amet gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci. Proin gravida nibh vel veliau ctor aliquenean.

Follow me on instagram

+01145928421
mymail@gmail.com
  • No products in the cart.

Mototerapia

Quando lo sport diventa una cura.

Un incontro può cambiarti la vita.

Il campione di motocross freestyle Vanni Oddera nel 2009 si trova all’estero per una competizione: per caso viene a conoscere la difficile realtà di un disabile e questo incontro gli cambia la vita. Tornato in Italia comincia a coinvolgere nei suoi allenamenti alcune associazioni di disabili. Da subito la loro gioia è palpabile e i risvolti positivi incredibili.     

La mototerapia consiste in questo: condividere le proprie passioni con persone meno fortunate. In tutti i suoi show Vanni Oddera comincia a dedicare uno spazio importante ai ragazzi speciali.

Mototerapia

I numeri del successo.

Dal 2009 ad oggi più di 40.000 ragazzi sono stati portati in moto con 60 date all’anno in tutto il mondo. Questa idea straordinaria viene abbracciata da tanti colleghi ed esportata in Uruguay, Spagna, Russia, Brasile, Messico e non solo. I numeri del successo.

La forza dei sogni.

Vanni Oddera forma intorno a sé una catena di solidarietà che si fa sempre più grande quando nel 2013 viene chiamato in un ospedale perché un piccolo paziente oncologico ha come desiderio di conoscerlo. Entrando in quel reparto Vanni capisce che si potrebbe fare di più per quei bambini e inizia a pensare ad un modo per riuscire a portare una moto in ospedale.      

Lo scetticismo che lo circonda è grande, anche per ragioni organizzative che sembrano insormontabili, ma pian piano riesce a trovare un primario che gli permette di entrare in reparto con una moto elettrica. Tutti i pazienti e le famiglie si rivelano semplicemente entusiasti della giornata. Alcuni video fanno il giro del mondo e altri ospedali lo contattano per portare le moto nei reparti. Nasce così il “freestyle hospital” che in 6 anni ha portato le moto in tutti gli ospedali d’Italia.

Mototerapia

La felicità fa bene.

Uno di questi ospedali decide di iniziare uno studio scientifico sul beneficio della mototerapia in reparto con appuntamenti a cadenza quindicinale. I risultati sono incredibili e vengono pubblicati su “European Journal of Integrative Medicine”: questo spinge un ospedale londinese ad invitare Vanni Oddera per provare i benefici della  mototerapia anche nel loro reparto oncologico.

Oggi tanti ospedali hanno adottato la mototerapia in reparto come appuntamento fisso (ospedale Gaslini di Genova, Regina Margherita di Torino, Papa Giovanni XXIII di Bergamo, Istituto tumori di Milano solo per citarne alcuni) e i ragazzi con il passare del tempo aspettano le visite con entusiasmo sempre crescente.

Mototerapia take-away.

Nel 2020 il mondo si ferma a causa del covid-19, una pandemia che colpisce tutti, ma ancor più duramente le famiglie dei disabili. Ancora una volta Vanni Oddera non si arrende. Insieme a professionisti del settore sanitario studia un protocollo di intervento per poter portare la moto direttamente a casa delle famiglie con una sanificazione accurata di mezzi e indumenti.

Nasce il progetto “mototerapia take-away” partito il 6 maggio 2020 riceve un grande consenso e consente a molti ragazzi e bambini in difficoltà di ritrovare il sorriso.

Benefici scientificamente provati.PDF icona Leggi il documento